post

CONGRATULAZIONI RAGAZZI!

Negli ultimi giorni sono state ben tre le lauree in casa Malaspina, che si vanno ad aggiungere ad una di luglio!

Congratulazioni ai nostri neo-dottori della serie D, che negli anni hanno saputo unire sport e studio: Andrea Stella, Vittorio Musco, Stefano Di Munno e Matteo Gentile!

In bocca al lupo ragazzi!

post

INTERVISTE DOPPIE | I PLAYMAKER

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL DECIMO INCONTRO…

I PLAYMAKER: VALE E JACO !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

V: Valerio

J: Jacopo

COGNOME?

V: Petri

J: Alunni Bravi

SOPRANNOME?

V: Vale, Valery, Valerì.

J: Jacopino, Pino, Jaco.

ETA’?

V: 27

J: 19

SQUADRA?

V: Serie D Malaspina.

J: Prima Divisione Malaspina.

RUOLO?

V: Play.

J: Playmaker.

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

V: Da buon imbruttito, fatturo (adesso direttamente dalla scrivania di camera mia in smartworking). Più precisamente lavoro nel Finance per una multinazionale.

J: Guardo le videolezioni in vista della maturità che sarà tra un mesetto.

OGGI SI INCONTRANO I PLAYMAKER. OVVERO?

V: Le persone con più testa in un campo da basket oppure quelle che pensano di averla e distribuiscono a raffica palloni alla tribuna avversaria (ma è solo colpa dei compagni che non capiscono i lampi di genio).

J: Veramente non lo so. Il maestro dei maestri Silvano Morelli la prima volta che mi ha visto mi ha detto: “Pino, tu o porti palla o vai a giocare a calcio”. Da lì sono diventato un cosiddetto playmaker.

IL PIU’ FORTE PLAYMAKER DI SEMPRE?

V: https://giphy.com/gifs/3o7qDFg6xkLxOVdZTi

J: Sono cresciuto con il fenomeno Chris Paul.

COSA DEVE SAPER FARE UN PLAYMAKER?

V: Deve saper leggere i momenti della partita e controllare sempre il ritmo della squadra. Questo sia nell’aspetto tecnico che mentale. Colo sta facendo il sushi? Palla dentro tutte le azioni. Montella “ignorante” in contropiede è sempre una buona scelta (diciamo quasi sempre dai), Star libero dall’angolo avrà sempre la mia fiducia, anche se il rischio palo (spigolata) è consistente. Per tutto il resto c’è Ciccio Dimu. Dal punto di vista mentale bisogna trasmettere sempre la calma e l’energia giusta ai compagni.  Se il play perde la brocca, la squadra non può girare.

J: Un playmaker in breve deve portare il pallone oltre la metà campo e chiamare lo schema migliore per ogni tipo di situazione osservando i movimenti degli avversari e dei compagni.

28  E 19 ANNI: IL PIU’ VECCHIO E UN UNDER… MA E’ PIU’ IMPORTANTE L’ESPERIENZA O L’ATLETISMO?

V: L’atletismo è un aspetto imprescindibile nel basket di oggi, la nostra squadra è però la dimostrazione vivente che l’esperienza (e la forza mentale) porta dove il fisico può non arrivare. Anni di bastonate da squadre più vecchie e esperte (evito altri aggettivi per evitare di incappare in censure) ci hanno fatto crescere. Ora le bastonate le tiriamo noi, con buona pace dei numerosi rosiconi in giro per l’hinterland milanese. Personalmente, i 22 anni di carriera cestistica cerco di portarli sempre con me nel campo da gioco. Con la tattica e le letture, ma anche con l’esempio di atteggiamento per i più giovani.

J: Dipende dalle situazioni anche se l’atletismo è fondamentale in uno sport come il basket.

LA TUA SPECIALITA’ IN CAMPO? 

V: Rimbalzo difensivo, non alzo neanche la testa e lancio tutto campo per il contropiede. Il jumper dalla media non mi dispiace o in alternativa alzata di mani alla Rocky per mettere la partita nel congelatore.

J: Correre.

LA TUA SPECIALITA’ FUORI DAL CAMPO? 

V: Negoziazioni e problem solving. Alle cene di squadra assicuro sempre gli amari offerti per tutti. Non si può purtroppo dire lo stesso del buon Andrew Star che di solito riesce invece nell’ardua impresa di avere un sovrapprezzo (forse per ingraziarsi la cameriera che comunque non ci starà?). Sto cercando di istruirlo, temo che la pausa COVID però ci faccia ripartire da zero. Per tutto il resto mi ispiro a lui: 

J: Correre.

SIAMO A +3, PALLA IN MANO, 32 SECONDI ALLA FINE. COSA FACCIAMO?

V: Tengo palla per 10 secondi e chiamo uno schema per Ciccio Dimu.

J: Intanto si supera la metà campo, poi si tiene palla fino alla morte utilizzando magari un bello schema appena consigliato da coach Gobbo.

SIAMO A -3, PALLA IN MANO, 32 SECONDI ALLA FINE. COSA FACCIAMO?

V: Chiamo subito uno schema per Ciccio Dimu.

J: Si esegue quello che la Prima Divisione ha mostrato contro Cassina… Si inizia cercando di fare uno schema che tanto poi non funziona e allora sale in cattedra Micky Biro che mette la tripla. Facile.

SIAMO A +3, PALLA AGLI AVVERSARI, 32 SECONDI ALLA FINE. COSA FACCIAMO?

V: Coach Ricco chiamerebbe fallo sistematico, io dico difesa forte (Longo si occupa dei 2/3 avversari più pericolosi) e palla recuperata. Ricco non lo ammetterà mai ma sa che ho ragione io.

J: Si aggrediscono gli avversari che devono metterci più tempo possibile a tirare e in ogni caso MAI lasciare un tiro da 3.

SIAMO A -3, PALLA AGLI AVVERSARI, 32 SECONDI ALLA FINE. COSA FACCIAMO?

V: Qualsiasi cosa per recuperare la palla: trash talking, chiacchierata con gli arbitri o si può anche provare a difendere.

J: 32 secondi in cui bisogna mettere tutto ciò che si ha in corpo per recuperare il pallone e andare a tirare, gli avversari non devono superare la loro metà campo.

MEDIA PUNTI A PARTITA?

V: Quelli che servono, meglio se segnano gli altri.

J: Se arrivo a 8 è perché sono entrati parecchi tiri liberi.

MEDIA ASSIST A PARTITA?

V: Il più possibile. Non dico la media ufficiale perché (censored) si perde la metà di quelli che faccio.

J: 6/7 se Viga segnasse e Dido schiacciasse. Non essendo così la media scende.

Accuse pesanti. Meglio non fare nomi.

MEDIA PALLE PERSE A PARTITA?

V: Il meno possibile. Non dico la media ufficiale perché (censored) probabilmente gli assist che si perde li segna nelle palle perse (bella come scusa eh?)

J: Facciamo 2/3 dai.

Accuse reiterate. Male male Valerì, male male.

MEGLIO CHIUDERE LA PARTITA CON 10 PUNTI O CON 10 ASSIST?

V: Parla la matematica: con 10 assist la squadra ha fatto 20/30 punti. Ambisco sempre a partite alla Jason Kidd da 4 punti e 13 assist.

J: 10 assist. Vorrebbe dire aver fatto bene il mio lavoro.

IL TUO SCHEMA PREFERITO?

V: Corna lato con Alez. Andiamo in autonomia, sono tendenzialmente 3 punti. Ancora non ci spieghiamo comunque come gli avversari non lo capiscano dopo 4/5 partite contro. Anche corna lato con Eddy non è male, ma solo per sentire coach Rich che gli urla di attaccare. Il risultato dello schema è altalenante, il Pelaz potrebbe fare due palleggi e schiacciare oppure palleggiarsi sui piedi e lanciare il contropiede avversario. In entrambi i casi uno spettacolo.

J: Anche se un bel “Giro” è sempre bello farlo, dico lo schema che è più efficace per fare punti: “Corna”, anche perché mi piace fare il segno con la mano.

COME REAGISCI SE IL LUNGO NON TI FA SUBITO UN’APERTURA?

V: Prendo i pop corn e mi godo il tutto campo di Colli Colomber. So che è difficile da credere ma dopo 4-5 piroette e 6 virate arriva a destinazione.

J: Se anche dopo aver gridato l’apertura il pallone non arriva, l’unica cosa che deve fare il lungo è sfondare tutto e andare a schiacciare. Altrimenti la volta dopo gli rubo io palla…

SIETE LA DIMOSTRAZIONE CHE I CM NON SONO TUTTO NEL BASKET? O NO?

V: No non è tutto, ma se fossi alto due metri sarei comodamente in NBA o almeno un Cinciarini di turno (anche se IMHO lui farebbe fatica pure in serie D).

J: Ovvio i cm non sono tutto. Se ci fosse però qualcuno che volesse regalarmene anche solo 4/5 non li rifiuto e mi contatti (sono quello con la divisa numero 1). Mi piacerebbe vedere in faccia il mio lungo, il Chippi.

TRA CHI VORRESTI CHE FOSSE LA PROSSIMA INTERVISTA DOPPIA?

V: Credo sia il momento che Muschio ci racconti come è la transizione da under a senior e spieghi quanto trattiamo bene gli under in prima squadra (Avellino, Frigio, Scolino e i rispettivi genitori possono confermare).

J: Ormai siamo verso la fine e non so bene chi manchi, anche se vorrei vedere come se la cava il medico della squadra…

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO VOTARTI?

V: Perché sono il giocatore più vecchio del Malaspina e chiunque voglia venire a giocare in prima squadra deve avere la mia approvazione.

J: Questa è la domanda più difficile. Decidete voi se volete che la Prima Divisione abbia un play oppure che porti la palla Christian Di Donna…

Questi under che non sanno come si scrivono i nomi dei propri compagni… PASTEEEEEEEEEE

MA TU TI AUTOVOTERAI?

V: Da giocatore più anziano della società devo dare il buon esempio. A voi l’interpretazione su come sarà il mio voto.

J: Mah non lo so… Credo che appena uscirà la storia, il primo voto a mio favore sarà il mio stesso, ecco.

SALUTATEVI

V: Ciao Jacopino! Fai il bravo!

J: Un saluto al fratello del mio vecchio coach. Te lo faccio con la mano che così sembra uno schema.

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | KG E CM

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL NONO INCONTRO…

CHILOGRAMMI E CENTIMETRI: COLO E CHIPPI !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

CO: Riccardo

CH: Riccardo

COGNOME?

CO: Colombo

CH: Chiappa

SOPRANNOME?

CO: Colo, Colli, Sushicolo

CH: Chippi o Kippy

ETA’?

CO: 27

CH: 25

SQUADRA?

CO: Serie D Malaspina

CH: Prima Divisione Malaspina

RUOLO?

CO: Centro nel basket. Finire gli avanzi degli altri, alle cene di squadra.

CH: Centro.

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

CO: Dirigo insieme alla mia famiglia un’azienda che vende accessori di abbigliamento all’ingrosso.

CH: Impiegato in una logistica (accettazione per carico-scarico merci).

IL PIU’ FORTE GIOCATORE DI SEMPRE?

CO: MJ naturalmente.

CH: Lebron James.

IL PIU’ FORTE GIOCATORE DI SEMPRE DEL MALA?

CO: Nomino me stesso. Se qualcuno è contrario accetto sfide 1vs1.

CH: Essendo al Mala solo da due anni molti non li ho conosciuti, ma per quanto riguarda la Prima Divisione direi Michele Biraghi (il nostro point man).

OGGI L’INCONTRO SI CHIAMA “KG E CM”. COSA SIGNIFICA?

CO: Significa dedicare la tua vita al lavoro per potersi pagare le cene post-partita che equivalgono a banchetti matrimoniali.

CH: Significa che si scontrano due titani, tipo Pacific Rim ma senza robot.

MA QUINDI SE CHIAMO MIO FIGLIO “RICCARDO” DIVENTA GROSSO COME VOI?

CO: Ti auguro di no, altrimenti dovrai cercarti un secondo lavoro per poterlo mantenere.

CH: Ovvio, un nome una sicurezza.

QUANTO SEI ALTO E QUANTO PESI? 

CO: Sono alto 1,97. Per quanto riguarda il peso non lo misuro da prima della quarantena quindi aggiungo automaticamente 2 chili. Direi 105 / 106.

CH: Sono alto 1.93 e peso 95 kg.

LA TUA SPECIALITA’ IN CAMPO? 

CO: Rimbalzi, li adoro quasi quanto mangiare.

CH: Rimbalzi e gioco in post (anche se mi diletto forse un po’ troppo spesso nei tiri da 3).

LA TUA SPECIALITA’ IN CUCINA?

CO: Specialità numero 1: mangiare. Specialità numero 2: cheesecake al triplo cioccolato.

CH: In cucina sono un ottimo cuoco se si parla di fare un toast o il latte in microonde.

DESCRIVI LA TUA CLASSICA CENA POST PARTITA

CO: Classica cena al Galet con * ******** *’********, ***** ** ** ***** + ***** ** ***** *****, ********** ** ******* *** ********* ****, ********* *** ****** ** *****, qualche avanzo quà e là ***** ****** * ** ***** finale.

CH: Finito allenamento solitamente la tappa è una sola: casa di Jack con *****, ********, *******, ****** e ancora *****. Questo è il pasto dei campioni post allenamento!

NB Malaspina ricorda che è possibile prenotare un appuntamento con la nutrizionista dott.ssa Stefania Bonadonna.

TI SENTI UN BABY SHAQ?

CO: Certo e fiero di esserlo.

CH: No, ma credo di tirare i liberi meglio di lui.

HAI ANCHE LA SUA STESSA PERCENTUALE AI TIRI LIBERI?

CO: Sfortunatamente si.

CH: No forse 2 o 3 più di lui li segno.

MEDIA PUNTI A PARTITA? ?

CO: 13,11.

CH: Non ho mai fatto questi conti ma credo 10-12 PPP.

MEDIA RIMBALZI A PARTITA?

CO: Boh, credo una decina?

CH: Anche qui non mi sono mai soffermato ma comunque intorno ai 10-11 RPP.

MEDIA STOPPATE A PARTITA?

CO: Se va bene lo 0,1 grazie al mio incredibile talento nel non-salto.

CH: Direi 1 ma non sempre (molti sono falli).

MEGLIO CHIUDERE LA PARTITA CON 20 PUNTI O CON 20 RIMBALZI?

CO: A me piace chiuderle con entrambe però dovendo scegliere prendo i rimbalzi che ai punti ci pensa Dimu 😉

CH: Tutto è importante per vincere una partita. Personalmente direi 20 punti, ma come già detto tutto è importante.

E’ VERA LA LEGGENDA CHE GLI ESTERNI NON PASSANO MAI LA PALLA AI LUNGHI?

CO: Non è una leggenda ma un dato di fatto! Però non posso lamentarmi dei cioccolatini (passaggi) che mi regalano Longo e Bonny. Rimango comunque dell’idea che il miglior assist-man dei lunghi rimanga il tabellone.

CH: Bhè secondo voi perché ci sono lunghi che tirano oltre l’arco?

CON CHI TI TROVI MEGLIO A GIOCARE UN PICK&ROLL?

CO: Eh il pick’n’roll è la mia colazione e mi piace giocarlo con tutti perché crea situazioni di grande vantaggio se fatto bene. Adoro farlo con Valery che ormai conosce a memoria le mie intenzioni e ovviamente con Bonny che regala passaggi a rischio infarto che arrivano da chissà dove ma alla fine riesci a prenderli e segnare.

CH: Quello con cui mi trovo meglio è Marco Porro, secondo me è il suo punto di forza e se viene eseguito bene può portare a un gran bello spettacolo. Ho provato sulla mia pelle, anzi testa, se non lo marchi a dovere dopo un p&r: ti schiaccia in testa.

COSA SUCCEDE IN PANCHINA SE PRENDI UN RIMBALZO IN DIFESA E PARTI IN PALLEGGIO A TUTTO CAMPO?

CO: Coach Ricco inizia a diventare color peperone e subito dopo inizia a uscire fumo dalle narici e dalle orecchie urlandomi di passarla al play. La panchina sinceramente non l’ho mai vista mentre lo faccio perché spostare un corpo di 100 chili in velocità cercando di non palleggiarmi sui piedi è assai difficile. Mi immagino comunque che siano tutti li a pregare che quando e se arrivo a canestro io riesca a frenare e non travolgere il pubblico sul retro.

CH: Solitamente Ste Gobbo perde dieci anni di vita e le tonsille per le grida. Per il resto nessun problema.

NON VALE CERCARE SU INTERNET: TI CONSIDERI UNA PERSONA CALLIDA?

CO: Si, a furia di correre saltare e prendere pestoni dagli avversari, sono pieno di calli sui piedi.

CH: …

NB Domanda, volutamente o meno, saltata.

“PIU’ SONO GROSSI, PIU’ FANNO RUMORE QUANDO CADONO”. CHI L’HA DETTO?

CO: E’ quello che dico io quando guardo le cotolette al Galet.

CH: Il buono, il brutto, il cattivo e chiunque faccia lo spavaldo senza conoscere la potenza dei lunghi del Mala.

SECONDO TE TRA CHI SARA’ LA PROSSIMA INTERVISTA DOPPIA? E PERCHE’?

CO: Spero ne facciate una al Pres (Dede) che non ha ancora avuto voce in capitolo.

CH: Dovrebbero essere i Playmaker perchè voglio sentire che giustificazioni hanno al fatto di non passare mai la palla ai lunghi, come intendono scagionarsi.

CONVINCI I FROGS A VOTARTI

CO: Se mi votate vi regalo un secondo tentativo di tiro, dopo aver preso il rimbalzo della vostra mattonata.

CH: Se non vogliono assistere a un campionato in cui tiro solo da 3 e guido le azioni da Playmaker… E’ meglio che mi votino. Oltre al ricordare che questa intervista è fatta a gente grossa, poi ovviamente il voto è libero.

MA TU TI AUTOVOTERAI?

CO: Lascerò la decisione al pubblico.

CH: Sarei un bugiardo a dire che non lo farei.

FAI UN VOCALE (MAX 15 SECONDI) IN CUI CI PARLI DI ASTRONOMIA

COLO:

CHIPPI:

SALUTATEVI.

CO: Bella Chippi ci vediamo al prossimo campetto o alla prossima grigliata da Gioz =)

CH: Bella Coloooooo!!!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | I PALESTRATI

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

L’OTTAVO INCONTRO…

I PALESTRATI, GENTS E MERK !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

G: Matteo

M: Marco

COGNOME?

G: Gentile

M: Porro

SOPRANNOME?

G: Gents

M: Merk, Sven

ETA’?

G: 21

M: 20

SQUADRA?

G: Serie D Malaspina

M: Prima Divisione Malaspina

RUOLO?

G: 2/3

M: In campo faccio un po’ tutto, ma la FIP ha da poco riconosciutomi il ruolo di Guardia del Terzo tempo.

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

G: Studio ingegneria dei materiali e nanotecnologie.

M: Studio economia in Statale, sono al secondo anno

IL PIU’ FORTE GIOCATORE DI SEMPRE?

G: LeBron James (sono pronto alle critiche da parte del responsabile telecronache partite, un saluto Pier!).

M: Non sono mai riuscito a darmi una risposta, ci son tanti fattori da prendere in considerazione, le epoche diverse, i titoli vinti, il livello degli avversari. Per questo sono sempre stato indeciso tra Alex Caruso e Tacko Fall.

IL PIU’ FORTE GIOCATORE DI SEMPRE DEL MALA?

G: Colli Colomber nel pitturato.

M: Michele Biro Biro Biraghi, che in molti non sapranno essere mio cugino. Infatti tra i cugini più famosi ad aver mai solcato assieme un campo da basket ci siamo prima Michi ed io, e solo dopo Vince Carter e Tracy McGrady.

OGGI SI INCONTRANO “I PALESTRATI”. COSA SIGNIFICA?

G: Significa che il mondo dello sport agonistico si divide tra chi fa sport 3 giorni su 7 da orario “curricolare” e chi, per riempire quei buchi, va ad allenarsi in sala pesi nei giorni restanti. Un po’ come a scuola, quando gli insegnanti ti esortano ad approfondire gli argomenti dell’interrogazione. I palestrati sono quelli che approfondiscono senza che nessuno glielo chieda.

M: Probabilmente che le coppie intervistate stavano finendo e son stato scelto perché salto come un grillo.

DA QUANTI ANNI AL MALASPINA?

G: 10.

M: Essendo di Milano ho fatto quasi tutte le giovanili lì, ma ormai sono 6 anni che il Mala mi ha accolto, sembra ieri.

LA TUA SPECIALITA’ IN CAMPO? 

G: È vero, siamo nel 2020 e le false credenze sono state sfatate dalla scienza. Nonostante ciò, ricordare le postazioni in panchina in modo da cambiarle nel caso in cui la situazione prenda un brutto piglio, è una tecnica più che fondamentale per ottenere la vittoria. A tempo perso mi piace la difesa a uomo.

M: Amo stoppare gli avversari, soprattutto se in stile “oscura la vallata!!!”. E poi beh il Pick and Roll col buon Chippi è abbastanza letale e consolidato, ormai ci troviamo senza guardarci. Però anche terzo tempo di destro da sinistra, terzo tempo dalla lunetta, terzo tempo nel traffico con  metri e metri di spazio per tirare. Ce ne sono un po’.

LA TUA SPECIALITA’ FUORI DAL CAMPO? 

G: Superset petto-spalle.

M: La prima specialità che mi è venuta in mente è quella della casa de El Galet…

PENSI DI ESSERE GROSSO?

G: Come ogni cosa, è tutto relativo e dipende dall’ambiente in cui viene fatto il confronto: Sul lungo mare di Venice Beach, a metà pomeriggio, in una calda giornata di luglio? Not even close. Allo Strozzi Workout su Zoom? Lì penso di potermi collocare nella fascia medio-alta dei partecipanti.

M: No non ho tutta questa arroganza, la strada è ancora lunga. Questa quarantena però ci sta regalando molto tempo per lavorare sul nostro corpo!

QUANTO RESISTI FACENDO UN PLANK FRONTALE?

G: Nelle migliori condizioni fisiche in plank frontale non penso di arrivare ai 5 minuti, ma sotto una panca piana potrei passarci intere serate.

M: Sicuramente meno dei ragazzi che hanno partecipato alla Plank Challenge, quelli sì che possono parlare. 12 minuti?!? Pazzi!!

E’ VERO CHE LA PREPARAZIONE ATLETICA E’ LA TUA PARTE DI ALLENAMENTO PREFERITA?

G: Questo è decisamente troppo. Ci sono dei limiti invalicabili per l’essere umano.

M: Ahahahahahahahah questa era bella. No assolutamente no, però senza una buona preparazione atletica non si va da nessuna parte e per quanto dura possa essere è indispensabile per vincere.

COMPONI UNA POESIA SU STROZZI

G: 

Sonetto: “Settembre con Giozzi”.

Come un brusco risveglio dal gentil sognare,

come il violento temporale quando vien sera,

così svanisce il ricordo del mare,

al grido “Umili e maiali, si torna in miniera!”;

Ah, qual disgrazia i birilli sul campo,

il cronometro scorre in maniera platonica,

dalla pausa estiva non ho via di scampo,

maledette le ore piccole e il gin-acqua tonica;

Mi appello a voi, oh celesti numi,

cotanta sofferenza per tornar in azione,

e intanto il sudore riversa a fiumi;

Le gambe tremule ormai in palpitazione,

percepisco le stelle e gli astri lumi,

è il ritorno di Strozzi, con la preparazione.

M:

Delicato e rilassato

il buon Giozzi mai lo è stato,

con lui anche un verde prato

diventar può filo spinato.

Chiedilo al polmone dimenticato

sulla grigia sponda dell’Idroscalo

o all’addome ormai reciso

da un plank a dir poco infinito.

Ma mai e poi mai sarà sprecato  

il sempre più duro lavoro

di un compagno da tutti amato

di un amico dal cuore d’oro.

Grande Gioozzzzz!!

LA TUA PERSONALITA’ DI STROZZI PREFERITA?

G: Il Giozzella delle serate, senza ombra di dubbio.

M: Beh il Mastro Griglia nella casa delle meraviglie a Battignana non ha eguali, probabilmente è il luogo dove si riuniscono tutte le sue personalità.

QUAL’E’ LA DIFFERENZA TRA TIRO IN SOSPENSIONE E TIRO IN ELEVAZIONE?

G: Il tiro in sospensione è un tiro in elevazione, o jumpshot, in cui il rilascio avviene soltanto una volta arrivati alla massima altezza del salto. Nel caso in cui il tuo nome sia Mattia Monti (aka Montella in mountain-bike), il tiro in sospensione diventa un tiro verso il basso, date le quote raggiunte.

M: Se sei Dido nessuna dato che ha un’elevazione di un serpente, altrimenti la differenza sta nel momento in cui si rilascia la  palla: in un tiro in sospensione tiri quando sei in fase di discesa, mentre il tiro in elevazione è il classico tiro che facciamo tutti normalmente. Almeno credo, nel dubbio tira.

N.B. Malaspina Sport Team ci tiene a sottolineare che non ha mai insegnato a nessuno a tirare in fase di discesa. E continuerà a non farlo. Per il bene del basket.

QUANTO SEI ALTO?

G: 1,85 m.

M: 1,87 m.

SE SALTI QUANTO ARRIVI CON LA MANO SOPRA AL FERRO?

G: Ci arrivo giusto giusto con le dita, mica è facile portare su ‘sto petto.

M: Quanto basta per schiacciare e portare un po’ di hype alla squadra, riesco già a sentire la voce di Space: “What a monster jaaam!”. Passatemi l’arroganza, non ce l’ho fatta, ma senza Viga qualcuno doveva pur tenerla alta.

QUAL’E’ LA VITTORIA CHE RICORDI PIU’ VOLENTIERI?

G: Le vittorie più belle e piacevoli sono quelle contro le squadre ricche di figure parla parla, i cosiddetti “chiacchieroni”. La lista sarebbe molto lunga, vero Star? Dovendo dare una risposta secca, però, dico la vittoria che ci ha conferito la promozione sul campo dalla Promo alla Serie D, e sottolineo sul campo.

M: Sicuramente quella contro Cologno al nostro primo anno in Prima Divisione. Gara 3 dei quarti dei playoff, win or go home, fuori casa e contro la seconda forza del girone. Arriviamo da una gara due persa di 20 punti, loro erano tutti più grandi, grossi ed esperti, noi alla prima esperienza.  Arrivammo alla partita decimati da infortuni e varie sfortune, tra una cosa e l’altra eravamo convocati in 8. A fine terzo quarto, causa falli, rimaniamo in 6. E l’abbiamo vinta, di squadra e col cuore.

NON VALE CERCARE SU INTERNET: HAI MAI ALMANACCATO NELLA TUA VITA?

G: A 21 anni è ancora presto, ma il giorno in cui passerò alla sponda della branda, certamente almanaccare sarà un’attività di diletto.

M: Sì una volta con Marty McFly, ma non è finita bene.

IL TUO PASSATEMPO PREFERITO?

G: Aldilà dell’attività fisica, ascoltare musica.

M: Al momento ho rispolverato NBA2k13, ma quant’era buggato D Rose??

LA TUA SERIE TV PREFERITA?

G: Vada per Breaking Bad.

M: Sherlock e Game of Thrones.

IL TUO CANTANTE/GRUPPO PREFERITO?

G: All time favourite sicuramente Kendrick Lamar, ma dipende tutto dal periodo. Non riesco a fissarmi su un artista/gruppo per più di qualche giorno.

M: Fabrizio De Andrè.

COSA NE PENSI DI QUESTE INTERVISTE DOPPIE?

G: Sono la versione a distanza degli 1vs1 del riscaldamento prepartita in cui ci si consegna la palla sull’arco dei 3 punti. Compagni sì, ma sotto sotto vogliamo vincere anche quello.

M: Idea bellissima e genuina, un ottimo modo per strappare una risata e conoscerci un po’ meglio.

SECONDO TE TRA CHI SARA’ IL PROSSIMO INCONTRO? E PERCHE’?

G: Il prossimo incontro potrebbe essere tra “Gli affamati”, quelli che il killer instinct lo estromettono a pieno nella cena di squadra post-partita. Non mancherebbero saggi consigli per i giovani campioni del vivaio Mala. Per quanto riguarda la Serie D, non penso sia necessario esplicitare il nome, basta la parola “sushi”.

M: Spero i colossi Chippi-Colo, regalerebbero sicuramente delle grandi perle.

PERCHE’ EDDY HA BATTUTO FEDE?

G: Un po’ per la nomea della Eddy Hour, uno degli elementi iconici di questo Mala, un po’ per la simpatia… Ma non nascondiamoci dietro un dito, il vero motivo lo sanno tutti: la Pelata ha colpito. (Un abbraccio Eddy!)

M: Perché da buon genovese Fede sarà stato tirchio nel racimolare voti! Detto questo io l’ho votato, quindi mi merito la focaccia che aveva promesso, questo non  me lo dimentico.

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO ANDARE SU INSTAGRAM A VOTARTI?

G: Dovete votarmi altrimenti, quando riprenderanno gli allenamenti, in segreto accordo con Strozz, i piegamenti iniziali passeranno magicamente da 15 a 30 di fila. (Dimu? Stai leggendo?)

M: Avete mai letto una poesia così bella? Io non credo, solo quella dovrebbe bastare.

MA TU TI AUTOVOTERAI?

G: Assolutamente no, sono una persona onesta.

M: Domanda scomoda, se le votazioni rimangono segrete dico che voto Gents.

OK, PUBBLICHEREMO LE PROVE…

FAI UN VOCALE IN CUI PARLI DELLA TUA SQUADRA

G:

M:

SALUTATEVI.

G: Alé Marcooooo!

M: Bella Gents!! Ci si ribecca sul campo per un vero 1vs1!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | GLI AMANTI DELLA BRANDA

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL SETTIMO INCONTRO…

GLI AMANTI DELLA BRANDA, EDDY E FEDE !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

E: Edoardo

F: Federico

COGNOME?

E: Pellegrini

F: Atzei

SOPRANNOME?

E: Eddy, Teddy, ma ormai soprattutto Pelaz.

F: Fede.

ETA’?

E: 26. Ma è palindroma, su di me vale anche se la leggi al contrario.

F: Anagrafica 23, ma io mi sento un 50enne.

SQUADRA?

E: Serie D Malaspina (squadra blu).

F: Prima Divisione Malaspina.

RUOLO:

E: “Attaccare” cit. Davide Ricco.

F: Sono devastante in ogni ruolo però per il coach sono un 4 (che spreco).

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

E: Programmatore software non troppo nerd, ma mi fregio anche del titolo di socio fondatore della “Scuola di Tifo” e di alto rappresentante della “Branda” come stile di vita

F: Oltre a dormire frequento il quarto anno di Scienze Motorie.

KOBE O MICHAEL?

E: Sempre venerato Michael, ma sono cresciuto con i fade-away di Kobe ai tempi in cui i video su YouTube avevano una qualità così scarsa che a malapena si riusciva a distinguere la palla.

F: È una bella sfida, però direi Kobe perché mi sono appassionato a questo sport guardando le partite dei Lakers.

OGGI SI INCONTRANO GLI “AMANTI DELLA BRANDA”. COSA SIGNIFICA?

E: Dovete sapere che il mondo si divide in due grandi categorie di persone: chi ama passare serate tranquille in casa e chi mente.

F: Significa che se c’è un momento libero durante la giornata la cosa migliore è riempirlo con una bella dormitina.

DA QUANTI ANNI SEI AL MALASPINA?

E: 9 + 7, cominciando a 6 anni con il mitico Luca Colombo e una manciata di altri bambini che adesso sono i Senior delle prime squadre. C’è stato un intermezzo di 4 anni di “periodo all’estero”, ma il mio cuore è sempre stato verde. Qua mi concedo di fare una digressione storica, da vero senior del Mala. Io e pochi altri fedeli come Vale Petri, il capitano Davide Longoni, il veterano Dede Braghiroli e lo scatenato Jack Strozzi ci siamo riuniti 7 anni fa al PalaMala e con Monica abbiamo messo in piedi la squadra che partendo dalla Prima Divisione, continuando a lottare, è diventata quella che oggi è la Serie D. Mi ero ripromesso che avrei riportato a casa gli amici con cui avevo iniziato a giocare al Minibasket e che sapevo che, in fondo, non avevano mai smettere di essere dei Frogs. Mi piace prendermi il merito di aver fatto tornare giocatori “smarriti” che adesso sono il cuore pulsante delle nostre prime squadre, a partire da Ricky Colombo, passando per il mitico Pier Mannucci, e arrivando infine al ritorno del figliol prodigo, Ale Bonomi, lo scorso anno.

F: Questo è il primo anno, che purtroppo si è concluso in fretta, però credo che sarà il primo di molti anni insieme a voi.

LA TUA SPECIALITA’ IN CAMPO?

E: Fare arrabbiare coach Ricco.

F: Risparmiare più energia possibile per evitare di andare in iperventilazione.

LA TUA SPECIALITA’ FUORI DAL CAMPO? 

E: Eddy Hour!

N.B. Eddy Hour: avete presente quando arriva quel momento della serata in cui tutti vogliono palesemente andare a casa, ma nessuno ha il coraggio di dirlo? Ecco, a me arriva con 45 minuti di anticipo rispetto a tutti gli altri.

F: Sono lo specialista delle mangiate di squadra, anzi sono il RE. Molti dei miei compagni hanno provato a superarmi ma non c’è riuscito nessuno. Accetto sfidanti. (Preciso che è molto difficile battere lasagne al pesto e focaccia arrivata il giorno stesso dalla Liguria).

MEGLIO MARION O EMINFLEX? 

E: Eminflex! Quando andavo a scuola, le loro pubblicità all’ora di pranzo tra Dragon Ball e i Simpson erano belle quasi come i cartoni.

F: Indifferente, basta avere un materasso su cui dormire.

MEMORY FOAM O CLASSICHE MOLLE?

E: Molle, sono un purista.

F: Memory Foam.

TRAPUNTA O PIUMONE?

E: Piumone bello morbido.

F: Senza ombra di dubbio piumone.

IL TUO IDOLO FUORI DAL CAMPO, OLTRE A GIORGIO MASTROTA?

E: Nella lista di personaggi famosi con cui andrei a cena, credo che al primo posto ci sia la Rowling in questo momento.

F: Andry Shevchenko, che mi ha fatto innamorare del magico Milan.

IL TUO IDOLO SU UN CAMPO DA BASKET?

E: L’Amante della Branda per eccellenza: Tracy McGrady, the Big Sleep. https://www.youtube.com/watch?v=tmzvhNOTS3Y

F: Lebron James. Dico questo per paura del nostro Chippi, che se non dico Lebron al ritorno al Mala potrebbe menarmi. A parte gli scherzi Kawhi Leonard.

FINISCE L’ALLENAMENTO E VIENE PROPOSTA LA CLASSICA MANGIATA DI SQUADRA. MA SONO GIA’ LE 22.45. COSA FAI?

E: Ovviamente mi unisco a tutti gli altri, benché consapevoli che entro in quello che definiscono uno stato di “apnea”. Si ride, si scherza e si tira un po’ in mezzo Star (che è la cosa che fa più team-building in assoluto! E il buon Star sa che senza di lui saremmo perduti), ma poi per fortuna ad un certo punto arriva il capitano che, leggendo nei miei occhi la Eddy Hour, finalmente ci congeda.

F: Per una bella mangiata in compagnia la branda può aspettare. Anche perché oltre ad essere un amante della branda sono anche un’ottima forchetta, i miei compagni di squadra possono confermarlo.

E’ PIU’ FATICOSO UN ALLENAMENTO DI 2 ORE, O ALZARSI DAL LETTO LA MATTINA?

E: Siamo seri… Niente è più faticoso di alzarsi dal letto la mattina! Specialmente se le 2 ore di allenamento sono state la sera prima.

F: Una sfida molto interessante, diciamo che se potessi eviterei entrambe le cose.

FILMETTINO E COPERTINA, O DISCOTECA?

E: Next question https://www.youtube.com/watch?v=gEDP4gR8I5E&t=40s

F: Dipende, ma tendenzialmente film e copertina.

COSA NE PENSI DELL’ACCOPPIATA “FASCETTA E PELATA”?

E: Ammetto che quando la vedi la prima volta può non piacerti… Ma appena ti ci abitui non puoi più farne a meno!

F: Per fortuna non mi riguarda ancora direttamente, i miei capelli ci sono ancora tutti, però il mio avversario può darvi un parere molto concreto.

NON VALE CERCARE SU INTERNET: TI CONSIDERI UNA PERSONA ATARASSICA?

E: Che domanda pleonastica!

F: Se è qualcosa che c’entra con il dormire direi di si senza alcun dubbio.

IL TUO PROGRAMMA TV PREFERITO?

E: Potrei cominciare ad elencare il catalogo di Netflix, ma chi mi conosce bene sa che il mio “guilty pleasure” è Donnavventura la Domenica su Rete 4. Durante la quarantena poi… Cosa c’è di meglio di belle ragazze in costume da bagno che visitano posti esotici?

F: Peaky Blinders.

IL TUO FILM PREFERITO?

E: Forrest Gump.

F: Il Signore degli Anelli.

LA TUA DISCOTECA PREFERITA?

E: Next question https://www.youtube.com/watch?v=0gY2_qBvk48&t=1m06s

F: Da buon Ligure, anzi da buon Rapallino, dico Covo di Nord Est.

PENSAVAMO DI CAMBIARE LE PANCHINE DI LEGNO CON COMODI DIVANI VINTAGE. VUOI CONTRIBUIRE?

E: Finalmente vi è arrivata la mia petizione! Avevo richiesto anche delle copertine, che fine hanno fatto?

F: Mandami l’iban che ti faccio un bonifico all’istante.

COSA NE PENSI DI QUESTE INTERVISTE DOPPIE?

E: Spettacolo! La migliore trovata social dopo Angelo Musco per Malaspina.

F: E’ un ottimo modo per passare del tempo in questa situazione difficile e poi per far conoscere ai giovani i componenti delle prime squadre.

SECONDO TE TRA CHI SARA’ IL PROSSIMO INCONTRO? E PERCHE’?

E: Beh, io aspetto con ansia il confronto tra i giganti: Colo e Chippi. Con questa quarantena saranno in astinenza dal loro sushi all-you-can-eat settimanale sotto canestro. Se non gliela proponi in fretta, il prossimo sul menù potresti essere tu…

F: Sinceramente non lo so, però vorrei che fosse Pino, così almeno dice due parole, credo che dall’inizio dell’anno gli abbia sentito dire solo “ciao”.

CONVINCI I FROGS A VOTARTI

E: Chi non mi vota è Pelaz (senza fascetta).

F: Direi che se dovessi vincere, a quelli che mi votano potrei portagli un po’ di focaccia dalla Liguria e una bella teglia di lasagne al pesto fatte in casa: credo di non poter essere più convincente di così.

SAI CHE SE PERDI, STROZZI TI TELEFONERA’ TUTTE LE NOTTI ALLE DUE?

E: Come se non lo facesse già, da quando lui e Tella hanno scoperto il Dirty Mondays! Ad ogni modo, recupererò il sonno perso sui nuovi divani vintage che metteremo al posto delle panchine.

F: Che chiami pure, entrato nella fase REM non mi sveglia neanche un bazooka.

SALUTATEVI.

E: Sogni d’oro, Fede!

F: Ciao Eddy!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | GLI UNDER

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL SESTO INCONTRO…

GLI UNDER, AVELLINO E VIGA !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

A: Gianluca

V: Lorenzo

COGNOME?

A: Avello

V: Viganò

SOPRANNOME?

A: Avellino, Avellì, Coltellino.

V: Viga, ultimamente anche #UnderArrogante va di moda. 

ETA’?

A: 19

V: 18

SQUADRA?

A: Serie D Malaspina.

V: Essendo un grande amante dello sport potrei fare una lista infinita… Però mi fermo a Mala, Olimpia, LA Clippers e Inter (Gian l’anno prossimo ci andiamo allo stadio o no?).

(Non ha capito che volevamo sapere dove giocasse: Prima Divisione Malaspina).

RUOLO:

A: Play / Guardia.

V: Portapaste principalmente, Ala occasionalmente.

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

STUDI O LAVO… AH NO. COSA STUDI??

A: Liceo scientifico.

V: Scientifico al Machiavelli di San Felice e futuro Bocconiano.

LEBRON O KOBE?

A: Lebron.

V: Non me ne voglia il King, ma il Mamba primo amore.

OGGI SI INCONTRANO GLI “UNDER”. COSA SIGNIFICA?

A: Significa che Viganó perderà.

V: Essere un Under vuol dire dover correre intorno ad una casa, contro la persona più veloce al mondo, all’una di notte, sotto la pioggia, dentro un camice, con un bel po’ di Tè Negro in corpo… Non facile eh?

DA QUANTI ANNI SEI AL MALASPINA?

A: 6.

V: 12 anni, Mala unico amore.

DA QUANTE STAGIONI SEI NEL MONDO SENIOR?

A: 1,5 stagioni.

V: Quest’anno la prima di tante, troppe.

FINO A CHE ETA’ SI VIENE CONSIDERATI UNDER? 

A: 21 anni.

V: Per quel che so quest’anno era fino al 2000, so però che dall’anno prossimo cambierà ancora.

FINO A CHE ETA’ SI VIENE CONSIDERATI UNDER DAI PROPRI COMPAGNI? 

A: Finché lo decide il capitano.

V: Per questa domanda rivolgersi agli “anziani” (Gabri, Gieck non odiatemi).

QUINDI E’ ANCORA LUNGA…?

A: Lunghissima.

V: Infinita oserei dire… Forse fino a quando non avrò 20 kg in più e una famiglia come il nostro grandissimo Filo “Spritz”.

IN 13 PAROLE ESATTE, DESCRIVI LA PALLACANESTRO.

A: Un campo, due squadre, due canestri ,dieci giocatori, una palla, un ******* *********.

(l’intervistato, maggiorenne, si assume ogni responsabilità di quanto scritto)

V: Qualcosa di cui non riesco proprio a farne a meno nella mia vita. Ce l’ho fatta?

 E’ PIU’ FACILE GIOCARE NELLE GIOVANILI O NEI SENIOR?

A: È più facile giocare nelle giovanili.

V: Non è mai facile, soprattutto nel mondo dei senior, ma non si molla niente. Il mio “rivale” dovrebbe saperlo meglio di me visto che è un maledetto fabbro, vero Coltellino?

MEDIA PUNTI NELLE GIOVANILI?

A: Più di 10.

V: Un crescendo negli anni, chiedere a Coach Cavati per farsi narrare dei miei ultimi trentelli.

MEDIA PUNTI NEI SENIOR?

A: Meno di 10.

V: Se si potesse andare in negativo, sarei il primo di quella categoria.

ECCO APPUNTO… 

A:

(si, ha saltato questa domanda)

V: Per questo esistono Michi Biraghi e Chippi no? Bastano loro due.

DEVI PORTARE LE PASTE ALLA TUA SQUADRA. COSA PORTI?

A: Porto la pizza, le focacce, il tè alla pesca per Valerio Petri e Ciccio Dimu, e le birre per Tella.

V: L’intero Carrefour di San Felice se necessario.

NELLE PASTE E’ PIU’ IMPORTANTE LA QUALITA’ O LA QUANTITA’?

A: È più importante la quantità.

V: Senza ombra di dubbio la quantità, visto che anche il sottoscritto mangia come un elefante.

MA I “SENATORI” TI INSEGNANO QUALCOSA O TI FANNO SOLO PORTARE LE PASTE?

A: Mi insegnano un sacco di cose… Ma devo portare lo stesso le paste.

V: Penso che ogni cosa io faccia possa essere usata contro di me per farmi portare da mangiare… A parte gli scherzi sono sempre disposto ad ascoltare i loro consigli che hanno molto da insegnare.

DEVI PAGARE UNA CENA A UN TUO COMPAGNO. A CHI LA OFFRI?

A: Scelgo Star durante una sera di Eurolega quando gioca l’Armani, così durante la serata scommetterà di pagare la cena perché sarà certo di una vittoria dell’Olimpia…
Scontato dire che in quella serata non sborserò neanche un soldo.

V: Scelta molto difficile, probabilmente a Jacopo “Pino” Alunni Bravi perché con quello che corre in campo se la merita, e poi siamo entrambi Under quindi c’è un legame particolare.

QUAL’E’ LA TUA MEDIA FALLI AL MINUTO?

A: Faccio fallo finché non mi toglie il coach.

V: Falli fatti non tanti quanto Gian sicuramente, falli subiti, palesemente inventati, molti. Chiedete al miglior preparatore Jack Strozzi. Per questo devo ringraziare Andrea Stella perché ho imparato guardandolo giocare. Grazie Star!!!

NON VALE CERCARE SU INTERNET: COSA NE PENSI DEL CAPITALISMO NEOLIBERISTA?

A: Dato che c’è la parola capitalismo, penso sia positivo.

V: Qualcosa di cui Gian ne fa sicuramente parte.

IL TUO YOUTUBER PREFERITO?

A: Non ho uno youtuber preferito.

V: Highlights NBA.

(Qualcuno gli spieghi che lo “youtuber” è una persona)

IL TUO TRAPPER PREFERITO?

A: Tedua.

V: Quella italiana mi fa abbastanza pena, quella americana spacca, soprattutto per il pre-partita, quindi Travis Scott.

LA TUA MARCA DI GIOCATTOLI PREFERITA?

A: Lego.

V: Da piccolo amavo giocare con i Gormiti.

DA 1 A 10, QUANTO…

TI SENTI UN SENIOR?

A: 1.

V: Purtroppo 0.

TI SENTI UN UNDER?

A: 10.

V: 11.

SPENDI DA VICTORINOX?

A: Ce l’ho già il coltellino svizzero.

V: 0, mai come sua maestà Coltellino.

SEI ARROGANTE?

A: Sono un umile suino.

V: 100000 #UnderArrogante fino alla fine!

SPERI DI DIVENTARE UN “SENATORE”?

A: La strada è ancora lunga.

V: 100, sarebbe il sogno di una vita.

MA QUINDI… QUI SI PARLA DI BASKET PERO’! E’ PIU’ IMPORTANTE GIOCARE BENE O PORTARE LE PASTE?

A: L’importante è trovare un motivo per portare le paste, come rompere gli occhiali a Gobbo è stato un motivo più che valido.

(Gobbo ha poi mangiato per una settimana)

V: Giocare bene per poter portare le paste.

DI CHI E’ IL MERITO/COLPA SE LA PRIMA DIVISIONE E’ IN VANTAGGIO 3 A 2?

A: Gli stiamo dando l’illusione di vincere.

V: Semplicemente la Prima Divisione è di un altro pianeta, non avete speranze pentiti!

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO VOTARTI?

A: Se non mi votano saranno i primi a subire un mio fallo 🙂

V: Innanzitutto sono un Frog dalla nascita e ho il sangue biancoverde, ma soprattutto perché se non mi votate, quando verrete a giocare in prima squadra e io sarò senatore vi farò patire le pene dell’inferno.

COSA TI SUCCEDERA’ SE PERDERAI?

A: Farò fallo a chi non mi ha votato.

V: Io non perdo mai.

SALUTATEVI.

A: Ciao Viga, forza Inter!

V: Ciao Coltellinoooo, ti batterò come faccio sempre al Fantacalcio!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | I SOCI ANZIANI

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL QUINTO INCONTRO…

I SOCI ANZIANI, ALE E JACK !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

A: Alessandro.

J: Giacomo.

COGNOME?

A: Bonomi.

J: Migliore.

SOPRANNOME?

A: Alez, Bonnie.

J: Jack, Il Commodoro, Mino (solo per pochi).

ETA’?

A: 27

J: 26

SQUADRA?

A: Serie D Malaspina.

J: Prima Divisione Malaspina.

RUOLO:

A: Ala.

J: Attaccante.

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

A: Sono un medico. Qui non posso competere con lo skipper che diventa biondo d’estate e quando vi vede provati dopo una giornatona in barca a vela ai Caraibi vi cucina un’ottima carbonara (sull’ottima non posso assicurare ma mi fido). Ma posso dirvi che abbiamo imparato ad andare in barca a vela assieme e gli ho sempre dato le paste (come sugli sci d’altronde).

J: Faccio lo skipper su barche a vela.

CHI E’ PIU’ FORTE TRA MICHAEL E LEBRON?

A: Ovviamente Michael. Per ogni delucidazione a riguardo prego di rivolgersi al Professor Pier Vittorio Mannucci della London Business School all’indirizzo mail pmannucci@london.edu… Ma anche riguardo a qualsiasi altro argomento che vi viene in mente.

J: Jordan, not even close.

OGGI SI INCONTRANO I “SOCI ANZIANI”. COSA SIGNIFICA?

A: Per farsi un’idea, quando abbiamo cominciato a giocare JK Rowling si arrovellava sul come proseguire i libri di Harry Potter dopo aver sbancato con la Pietra Filosofale, Michael Jordan vinceva l’ultimo anello con i Bulls e Stefano Gobbo giocava contro Danilo Gallinari (chiedere per credere). Quando c’era bel tempo capitava di giocare le partite di campionato al campetto delle medie che vantava retine di ferro, pavimento di delicatissimo asfalto e segnapunti manuale ormai estinto. Per non parlare del fatto che la maggior parte dei ragazzi e ragazze che oggi militano al Mala non erano ancora nati. Le uniche cose che non sono cambiate sono Luca Colombo e Andrea Stella che chiacchiera.

J: Vuol dire che siamo stati nella prima squadra mai esistita del Malaspina, allenati da Luca Colombo. Ma anche che in campo ormai ci muoviamo come dei quarantenni, solo giocate di esperienza.

A CHE ETA’ HAI INIZIATO A GIOCARE AL MALA?

A: Ho dovuto chiamare il Pres (nonché mia madre) perché non mi ricordavo. 5 anni. Giacomigio (soprannome noto a pochi) avrà sparato a caso qui.

J: A 6 anni.

E QUANTI ANNI AVEVI QUANDO E’ NATO IL MALA?

A: 6 anni. La verità è che abbiamo cominciato prima che il Mala esistesse formalmente. Il primo anno si andava in palestra con Luca in un gruppetto di 15 senza un’identità precisa. Il Mala è nato l’anno dopo.

J: 6.

CIOE’… SEMBRA UN PO’ LA STORIA DELL’UOVO E DELLA GALLINA. TU COSA SEI?

A: Io e Mino siamo decisamente la gallina. Cara grazia per tutti quanti che non abbiamo scelto di giocare a pallavolo.

J: Decisamente gallina.

IN 15 PAROLE ESATTE, DESCRIVI LUCA COLOMBO.

A: Insegnante di vita che ha viaggiato in India da solo e che mi soprannominava Alexanderplatz. Noi ci siamo cresciuti. Per tanti tutto da scoprire. Non esiste il Mala senza di lui.

J: Il miglior giocatore di frisbee che abbia visto, purtroppo era il mio allenatore di basket. Scherzo ovviamente, è molto per merito di Luca che io e così tanti altri della squadra originale ci divertiamo e giochiamo ancora a basket dopo 20 anni.

SEMBRA CHE TU SIA ANCORA UN GIOCATORE FONDAMENTALE NELLA TUA SQUADRA… E’ VERO?

A: Le apparenze ingannano. Insieme a Valerio (Bella Valery!!) metto solo un po’ di ordine in campo quando serve. Sennò trotterello suonando la carica ai cavalli matti con cui ho la fortuna di passare il tempo sul campo. Se poi entra qualche tripla tutto di guadagnato.

J: Certo!

QUANTI PUNTI FAI A PARTITA?

A: Non ne ho idea.

J: Da 0 a 15, mi piace non dare punti di riferimento… Al mio allenatore.

 E QUANTE PALLE PERSE A PARTITA?

A: Ne ho idea vaga ma meglio se non ve lo dico.

J: Poche dai.

QUANTI APPOGGI SBAGLIATI A PARTITA?

A: Ho sempre mantenuto una gloriosa percentuale del 12% da sotto canestro. I ragazzi sanno bene che quando penetro non tiro quasi mai (pace al piedino) e che aspetto che qualcuno faccia un bel taglio per far segnare lui da sotto. Se quel qualcuno è Dimu o Colo è facile come fossimo Aladin e Abù che rubano un bel frutto succoso al mercato di Agrabah: c’è solo da divertirsi.

J: Nessuno, ogni volta che vado per un appoggio poi ci ripenso, faccio finta e gancio mancino. 100%

HAI MAI DIFESO PIU’ DI 3 AZIONI DI FILA?

A: Difendo delle volte quando conta, ma tre azioni di fila sicuramente non succede da un bel po’. Ho la fortuna di giocare con dei lavoratori come Davide Longoni e Davide Braghiroli (altri all-timer del Mala – Bella Longi!! Bella Dede!!!!) che mediamente difendono su almeno 3 dei 5 avversari. Devo solo prenderli e lanciarli dove non arrivo io.

J: 3 azioni? Non esageriamo, bisogna anche riposarsi ogni tanto.

E ALLORA COM’E’ POSSIBILE CHE TU SIA UN GIOCATORE FONDAMENTALE?

A: Ottima domanda a cui non so rispondere. Probabilmente Rich si fa ingannare dai capelli bianchi.

J: Gestisco il calendario di chi deve portare da mangiare per compleanni, tecnici ecc… Esiste un ruolo più fondamentale?

SI SCHERZA OVVIAMENTE…

A: Nono, sono bianchi per davvero.

J: Beh a parte gli scherzi… Trovarci ogni settimana a mangiare insieme ci rende molto uniti come squadra e sicuramente più forti, anche se un po’ più grassi.

NEI MOMENTI DECISIVI SEI SEMPRE IN CAMPO. COME TE LO SPIEGHI?

A: Tra i nostri avversari si è sparsa la voce che io sia un tiratore mortifero. Che sia vero o no interessa poco, perché comunque succede spesso che mi rincorrano anche al bagno e per i finali di partita questo è comodo: mi porto a spasso il mio difensore e Colo è libero di spararsi il consueto sushi domenicale indisturbato.

J: Ho un segreto per gestire gli ultimi minuti. La prima soluzione quando ricevo la palla è subire fallo per fare punti facili in lunetta. Vale tutto: finte, flop, urletti. E se l’arbitro giustamente non abbocca la passo a Biraghi e poi mi prendo il merito per l’assist.

NE HAI VISTE PASSARE TANTE AL MALA… IL COMPAGNO DI SQUADRA CHE NON DIMENTICHERAI MAI?

A: Partiamo dal presupposto che teoricamente sono un giocatore abbastanza equilibrato, con mezzi atletici e tecnici al limite della sufficienza e che preferisco sempre un tiro in meno e un assist in più. Da qui è naturale che graviti verso chi di talento ne ha da vendere e di equilibrato non ha proprio niente. Ho avuto la fortuna di giocare con un po’ di giocatori così girando per la Lombardia, e Montella in Mountain Bike non ha niente da invidiare a nessuno di questi. Uno dei momenti di basket più belli della mia vita è stato fine terzo quarto di Gara 3 di Semifinale di Playoff contro Arluno, passato a cercare Montella dietro la linea dei tre punti: 4-5 triple in 6 minuti e partita in ghiaccio. Mi ricordo l’ultima in cui ho rifiutato un tiro da completamente libero per far tirare lui marcato da almeno due difensori: solo rete. Ho ancora i brividi a ripensarci. Detto questo però, odio doverlo ammettere, ma… L’oscar al migliore attore va ad Andrew Stár della Star Corporation.

J: Giacomo Strozzi, abbiamo un’intesa incredibile in campo ma non abbiamo quasi mai finito una partita senza urlarci addosso. Solo emozioni forti con Giozzi.

NON VALE CERCARE SU INTERNET. FAI UNA FRASE CON LA PAROLA “ZAGAGLIA”.

A: Per stasera il menù ha da offrire escargot, risotto alla vodka, avocado con gamberetti in salsa rosa, risotto alle fragole, tartare di zagaglia su letto di rucola. Ottime anche le pennette alla Blitz.

J: Dovreste venire a vedere i playoff e sentire che zagaglia fa il nostro pubblico.

IL TUO SOCIAL NETWORK PREFERITO?

A: In ordine: Instagram, Twitter, Facebook. Mi astengo su Tik Tok perché non ce l’ho ancora ma mi ispira. Qui però meglio rivolgersi al re dei social Giovanni Danelli – seguitelo sull’internet (instagram: ciaogeidi; twitter: giodaz1995).
Mino (Jack) probabilmente è ancora fermo a MSN, al massimo vi può mandare un trillo.

J: Non li uso, ma mi toccherà fare Instagram per autovotarmi.

IL TUO BIANCHINO PREFERITO?

A: Passato di moda il bianchino. Vado di tisana per conciliare il sonno. Ottima quella allo zenzero.

J: Gewurztraminer.

IL TUO CANTIERE PREFERITO?

A: Non c’è ancora. Aspetto quello per il nuovo PalaMala…

J: Edile, ma solo se Grassi e Crespi.

DA 1 A 10, QUANTO…

SEGNI DA 3?

A: 9 se entra il primo tiro, 6 se il primo tiro non entra.

J: Nella sfida con coach Gobbo dopo l’allenamento 10, in partita 5.

GIOCHI SPALLE A CANESTRO?

A: 7, due-tre movimenti ce li ho. Però non posso competere con l’Hakeem Olajuwon delle minors lombarde.

J: 10, sono l’Hakeem Olajuwon della Prima Divisione.

ARRIVI IN RITARDO?

A: 10. Semplicemente non arrivo in anticipo perché è maleducazione. Per mettersi tutti d’accordo sull’unità di misura del ritardo, ormai di uso comune: 1 Bonomi = 7-15 minuti. 2 Bonomi = 16-25 minuti. Più di due Bonomi è inutile illudersi perché ahimè vuol dire che non si arriverà mai.

J: Avrei detto 4 ma, dopo essere arrivato a 5 min dall’inizio di una partita, in cui ero anche capitano… 10.

SEI RAPIDO DI PIEDI?

A: -400. Mai e poi mai.

J: 1.

SEI UN CHIACCHIERONE?

A: In campo non sto zitto un attimo e ne ho una per tutti. Direi che mediamente mi darei un 6 perché cerco e penso di essere sempre costruttivo. Tranne che con Eddy e Star, loro li massacro; delle volte solo per il gusto di farlo e perché so che quando si arrabbiano giocano meglio. Con loro due 8+. Credo che Mino (Jack) sia lo stesso, forse più fastidioso e pignoletto. Un saluto alle sue vittime sacrificali.

J: 9, il dieci è riservato al chiacchierone in capo: Andrea Stella.

CI DICI UNA COSA INDIMENTICABILE CHE AVETE FATTO INSIEME?

A: Veramente troppe… Se vogliamo limitarci a quelle di basket, mi viene in mente l’ultimo camp che abbiamo fatto con il Mala a Molveno. Non so perché il Pres si è fatto convincere non solo ad affittare una casona separata dall’albergo dove mettere tutti noi 93 (all’epoca adolescenti scatenati), ma soprattutto a mettere come istruttore di riferimento Pier. Fantasticate un attimo sul resto. Ecco è andata meglio.

J: Abbiamo fatto un sacco di vacanze bellissime insieme, ma quella volta in cui per sbaglio ho allagato un intero salotto a casa sua con mezzo metro d’acqua e abbiamo passato il resto della giornata a rimediare non lo dimenticherò facilmente.

COSA NE PENSI DEL FATTO CHE BIRO ABBIA BATTUTO DIMU?

A: La Prima Divisione fa parte della famiglia. Li rispetto perché quando giocano hanno fame come noi e mi butterei nel fuoco per ognuno di loro con la stessa energia con cui Giozzella vive le partite dalla panca (esperienza quest’ultima vissuta da qualsiasi iscritto Mala visto che vive su quel rettangolo del David Lloyd). Biro poi l’ho visto giocare un paio di volte e m’è piaciuto. Mi sembra uno con cui mi divertirei su un campo da basket. Certo… Continuate pure a sottovalutare Dimu. Prendetelo pure per i fondelli. Tutta benzina. Non dimentichiamo niente.

J: Ne ero sicuro, quando si tratta di cibo o della squadra (in quest’ordine) si può sempre contare su Biro.

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO VOTARTI?

A: Per rendere la serie interessante. Gara 7 al campetto a fine quarantena?

J: Perchè se vinco vi porto tutti ai Caraibi in barca.

SALUTATEVI.

A: Bella Mino!!!!

J: Ciao Bonny!!!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | I TOP SCORER

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL QUARTO INCONTRO…

I TOP SCORER, DIMU E BIRO !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

D: Stefano

B: Michele

COGNOME?

D: Di Munno

B: Biraghi

SOPRANNOME?

D: Dimu, Ciccio, Ciccio Dimu.

B: Biro, Miki, Bibo (questo solo per Di Donna).

ETA’?

D: 24

B: 20, ma 35 dentro.

SQUADRA?

D: Serie D Malaspina.

B: Prima Divisione Malaspina.

RUOLO:

D: Quello che serve, anche il lungo ti posso fare ahahah! Tendenzialmente sono una guardia.

B: Guardia (e playmaker quando Gobbo vuole rischiarla).

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

D: Studio economia e commercio in Bicocca.

B: Sono al primo anno di Scienze Motorie.

DA QUANTI ANNI AL MALASPINA?

D: Di anni al Malaspina ne ho fatti tanti, più di 10 credo.

B: Da quando ho memoria. Si esatto sono 5 anni, la memoria è quel che è…

CHE SQUADRA TIFI?

D: Tifo Juve ovviamente e c’è bisogno di dirlo! L’Olimpia Milano è la mia squadra italiana, mentre per quanto riguarda l’Nba non ho una squadra preferita, ma non so perché ogni volta mi viene da tifare la squadra in cui c’è Lebron.

B: Olimpia e tanta ammirazione per la stagione di Oklahoma.

IL TUO GIOCATORE PREFERITO?

D: Eh mi sembra di aver appena risposto, the King, anche se Julius Erving e Bill Russel li ho sempre ammirati particolarmente.

B: Il mio numero di maglia da 5 anni parla chiaro (24). KOBEEEEE

OGGI SI INCONTRANO I “TOP SCORER”. COSA SIGNIFICA?

D: Ahahah cosa dovrebbe significare?? Miglior realizzatore.

B: Che se volete vincere il FantaBasket dovete assolutamente avermi in quintetto.

SI OK, MA NON MENARTELA.

D: Ci sta menarsela un po’ dai, soprattutto quando gli avversarsi provano a pressarti a tutto campo, ma poi c’è l’Alez che me la passa perfettamente sulle mani con un passaggio back-door e tac son due punti facili e piazzi un sorrisino al tuo difensore.

B: Okay, la verità è che faccio il mio sporco lavoro in campo e non me la prendo se va male una partita.

QUANTE TRIPLE METTI A PARTITA?

D: Triple male, dipende dalla giornata, se ti entra la prima puoi metterne anche 3/4 altrimenti ci son partite che ne metto uno o anche zero 🙂

B: Difficile tenere il conto.

LA TUA PERCENTUALE AI TIRI LIBERI?

D: Tiri liberi spero intorno al 70% anche se lo dubito. Anche li è a giornata, a volte ne sbagli 5 a volte non ne sbagli neanche uno.

B: In allenamento sempre 100%.

SAPPIAMO CHE SEGNI ABBASTANZA, MA SAI ANCHE FARE ALTRO?

D: Eh diciamo che quello è il mio punto di forza… A passare la palla comunque credo di cavarmela, mentre per quanto riguarda la difesa posso dire di essere un po’ impulsivo ma non lo metterei come punto a mio favore 🙂

B: In campo sono un tutto fare: se vedo un compagno libero gli faccio arrivare la palla, se vedo una palla vagante mi butto e se in panchina Chippi mi chiede dell’acqua gli do tutta la cassa per non rischiare.

IL COACH DISEGNA UNO SCHEMA PER FAR TIRARE TE, MA TIRA UN ALTRO. COME REAGISCI?

D: Se segna siam tutti contenti e esulto con lui, se sbaglia gli minaccio di bucargli le gomme dell’auto se la prossima volta non fa tirare me ahahah. A parte gli scherzi ovviamente non è un problema, se la palla non mi è arrivata vuol dire che ero marcato bene o che un mio compagno di squadra era più libero, quindi giusto che abbia tirato lui.

B: Non bisogna mai prendersela soprattutto dopo aver visto gli scarabocchi di coach Gobbo sulla sua lavagnetta. Impossibile sapere se fosse veramente per me.

RICORDI UN TUO CANESTRO IN PARTICOLARE?

D: Un tiro che ricordo molto bene è la tripla per andare agli overtime a 2 secondi dalla fine in trasferta a Cassina. Epico. Non lo dimenticheró mai.

B: Sicuramente la tripla della vittoria realizzata sul campo di Cassina per vincerla di 1. Indimenticabile.

A VOLTE TI E’ CAPITATO DI FARE IL PLAYMAKER. COM’E’ STATO?

D: Si a volte mi è capitato di farlo, ma devo dire che la cosa non mi faceva impazzire perché penso di poter essere utile alla squadra in altri ruoli visto che per fare il playmaker devi stare attento a troppe cose in campo… Veramente una faticaccia.

B: Una sensazione bellissima: la storia inizia con me che faccio crossover e passaggi spettacolari e finisce con il coach che chiama minuto dopo tre azioni in cui la palla è finita agli avversari o fuori, allora comincio a rimpiangere il mio posto da guardia e a giocare con la testa.

NON VALE CERCARE SU INTERNET. CI FAI UN ESEMPIO DI LITOTE?

D: Troppo facile… Ieri ho portato a spasso il mio litote per poter uscire da questa quarantena.

B: È chiaramente un animale esotico con le corna. Non saprei dire di più. 

LA TUA BEVANDA PREFERITA?

D: The alla pesca.

B: Spritzzzzzzaaaauuunnneurooooo!

IL TUO FILM PREFERITO?

D: Space Jam.

B: Star Wars episodio V.

IL TUO COMPAGNO DI SQUADRA PERFETTO?

D: Il mio compagno di squadra perfetto è Shaquille O’Neal che mi fa un bel bloccone per farmi penetrare o per farmi prendere un bel tiro da tre smarcato. Ovviamente se poi sbaglio lui arriva in corsa travolgendo tutti a rimbalzo e schiaccia spaccando il canestro. Tutto regolare.

B: Qualcuno che dopo la partita invita la squadra a casa e gli offre teglie di pizza kebab. Non so se potrà mai esist… Gabri!?!

DA 1 A 10, QUANTO SEI…

PENETRATORE?

D: 10

B: Intendi battere il difensore e andare a segnare da sotto canestro? 6 o 7. Preferisco sparare da fuori.

CONTROPIEDISTA?

D: 10

B: Corro sempre avanti, poi bisogna aspettare che arrivi la palla.

TIRATORE DA 3?

D: 7

B: 10. L’importante è tirare poi segnare è un’altra storia.

DIFENSORE?

D: 6

B: 10 su 2K.

PENTITO?

D: Pentito 5 dai. Quando posso non pacco mai.

B: 100000.

SENTI PIU’ PRESSIONE QUANDO HAI LA PALLA SUL -1 A DIECI SECONDI DALLA FINE, OPPURE ADESSO CHE STAI RISPONDENDO E SAI CHE LA PRIMA DIVISIONE STA VINCENDO 2 A 1?

D: Ovviamente ho più pressione adesso, quando gioco non penso a nulla, solo a giocare e a vincere ovviamente.

B: Direi la prima, solo perché Dimu non ha speranze contro di me (fuori dal campo ahah).

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO VOTARTI?

D: I Frogs dovrebbero votarmi altrimenti potrei perdere l’autostima in me stesso e abbassare drasticamente la mia media punti. Quindi sostenitori del Malaspina attenti a chi votate 🙂

B: Se non sono bastate queste domande vi dirò che una volta ho mangiato una teglia di tiramisù da solo. Non vi basta nemmeno questo?

SAPETE CHE SE SIETE VERI UOMINI, SU INSTAGRAM NON DOVRETE AUTOVOTARVI?

D: Ovviamente voterò la vincita di tutti e due, ma voi là fuori state attenti che verrò a sapere chi votate ahahah!

B: Ovviamente. Io infatti ho già detto a mia sorella di farlo al mio posto.

SALUTATEVI.

D: Alè Biroooo!!!

B: Ciao Dimuuuu!!!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!

post

INTERVISTA DOPPIA | GLI ESTERNI

L’INTERVISTA DOPPIA ALLE NOSTRE PRIME SQUADRE: SERIE D E PRIMA DIVISIONE

IL TERZO INCONTRO…

DUE ESTERNI, TELLA E STE !!!

DOPO AVER LETTO, RICORDATEVI DI ANDARE NELLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE!

AVETE SOLO 24 ORE!

NOME?

T: Mattia

S: Stefano

COGNOME?

T: Monti

S: Azzollini, sì con 2 L 😉

SOPRANNOME?

T: Tella, Montella

S: Ste, Azzo, Space, El Bandido

ETA’?

T: 25

S: 25

SQUADRA?

T: Serie D Malaspina

S: Prima Divisione Malaspina

RUOLO:

T: Guardia

S: Playmaker, guardia

SAPETE CHE CI SARANNO 24 ORE PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO… IMPEGNATEVI !

COSA FAI NELLA VITA?

T: Frequento la magistrale di scienze motorie e lavoro come preparatore fisico.

S: Allenatore Minibasket Malaspina, assieme al numero 1 Luca Colombo.

DA QUANTI ANNI AL MALASPINA?

T: 9.

S: Da una vita, ho fatto giusto i primi anni di Minibasket a Peschiera assieme al buon vecchio Tella, poi ho seguito i miei amici al Malaspina e da lì abbiamo formato un gruppo che dura tutt’oggi… Non saprei dire l’esatto numero di anni, ma sicuramente 2 mani non bastano.

CHE SQUADRA TIFI?

T: Milan. (forse non ha capito che noi giochiamo a basket)

S: Boston Celtics! Un amore nato per una franchigia eterna con una forte dedizione al lavoro di squadra, un po’ come il Malaspina 😉

IL TUO GIOCATORE PREFERITO?

T: Riccardino Kakà. (forse non ha capito che noi giochiamo a basket)

S: Di tutti i tempi Michael Jordan, senza dubbio. Per quanto riguarda i giocatori attuali stimo Steph Curry, grazie al suo modo di giocare ha rivoluzionato il ruolo del piccolo dentro uno sport di giganti.

SEI UN “ESTERNO”. COSA SIGNIFICA?

T: Che di solito sono fuori dai 3 punti, per fare tagli rapidi a canestro.

S: Generalmente si intende il ruolo che gioca esterno all’area, prende i tiri da 3, penetrazioni, e corre in contropiede. In pratica si tratta semplicemente di non passarla ai lunghi.

QUAL’E’ LA TUA PERCENTUALE DA 3?

T: Infallibile.

S: 100% sui tiri in ritmo.

OK, QUELLA ALLA PLAYSTATION. IN PARTITA?

T: Molto variabile, in generale spero più del 30%.

S: 100% sui tiri da non prendere.

SIAMO A +5 A UN MINUTO DALLA FINE. HAI LA PALLA IN MANO, COSA FAI?

T: Faccio passare il tempo fino a 8 secondi alla scadere dei 24, poi mi butto dentro per penetrare o scaricare.

S: Guardo il coach che mi fa capire a gesti ampi e chiari di rallentare il ritmo e costruire un tiro girando palla e giocando con il cronometro… AHAHAHAH certo come no, chiamo apertura e faccio un coast to coast prendendo in controtempo la pressione avversaria, arrivo libero sotto canestro e sbaglio un terzo tempo tirando di destro a sinistra. Facile.

HAI APPENA PRESO UN RIMBALZO IN ATTACCO. COSA FAI?

T: Essendo già lì prima guardo canestro per un tiro, se non posso tirare la passo.

S: C’è Biraghi già pronto per insaccarla da 3 sullo scarico, tanto non segnerò mai da sotto con i lunghi a farmi ombra.

TI HANNO APPENA STOPPATO. COME REAGISCI?

T: Piango.

S: Mi scappa da ridere, guardo lui che esulta e penso a come sarà la sua faccia dopo che avrò recuperato palla e avrò segnato anche quel canestro che lui prima mi aveva impedito di fare.

COSA TI HA INSEGNATO GIANLUCA BASILE?

T: Che anche se sei a 0 su 6, se ti arriva una palla buona e ta la senti… Sparala!

S: Che LeBron James è umano come tutti noi e che “non riesce a marcarlo, non riesce a marcarlo, non riesce a marcarlooooo!!!”

NON VALE CERCARE SU INTERNET: HAI MAI AVUTO UNA PANOPLIA IN CASA?

T: Si, una volta me ne è entrata una dalla finestra.

S: Certo, chi non ne ha una?

IL TUO PROGRAMMA TV PREFERITO?

T: I Simpson.

S: Non amo i programmi TV, sono più da streaming e anime, quando accendo la TV ormai è solo per il tg o l’NBA.

IL TUO PITTORE PREFERITO?

T: Space Azzo.

S: Hans Hartung.

IL TUO GIOCATORE DI SCACCHI PREFERITO?

T: Franchino o’ struzzo, della bocciofila Quadrifoglio.

S: Coach Gobbo.

TELLA, ANDRESTI FUORI A CENA CON STE?

T: Andremmo a prendere i polletti al McDrive, sicuro!

STE, ANDRESTI FUORI A CENA CON TELLA?

S: L’occasione perfetta sarebbe dopo una partita un buon All You Can Eat che basti a sfamare sia la Prima Divisione che la serie D. Ma dubito esista un luogo con abbastanza scorte… Ah no esiste! Si chiama casa Strozzi.

DA 1 A 10, QUANTO SEI…

TIRATORE DA 3?

T: 8.

S: 10.

CONTROPIEDISTA?

T: 7.

S: 10.

PENETRATORE?

T: 7.

S: 9 e mezzo.

TIRATORE DALLA MEDIA?

T: 7.

S: 9 e mezzo.

TIRATORE IGNORANTE?

T: 8.

S: 1000.

TI DEFINIRESTI UN INCUBO PER GLI ALLENATORI?

T: Mai, sono un ragazzo esemplare.

S: No, definirei più loro un incubo per la mia creatività in campo.

PERCHE’ I FROGS DOVREBBERO VOTARTI?

T: Perchè conosco brutta gente. Attenti a chi votate.

S: Ai miei compagni: occhio che poi non ve la passo più. Ai i miei rospi del Minibasket: se mi votate vi prometto che appena torneremo in palestra faremo una super partita con il segna punti come i grandi!

DI’ QUALCOSA ALL’ALTRO PRIMA DI SALUTARVI:

T: Bella Space buon isolamento!

S: Ma quanto salti? Montella in Mountain Bike eeeehhhhh oooohhhh!!!

SE SEI ARRIVATO FIN QUI… VOLA SULLE STORIE DI INSTAGRAM PER VOTARE CHI HA RISPOSTO MEGLIO!

AVETE SOLO 24 ORE!